La Storia del Lago Castelgandolfo

Un lago con una storia epica da raccontare

Il primo insediamento umano sulle rive del lago Albano di palafitte scoperto nel 1984 quando i livelli dell’acqua si abbassarono sulla sponda settentrionale del lago.  Conosciuto come “Villaggio delle Macine”, per le macine in pietra che si trovano lì, la sua datazione oscilla tra il XX e il XIX secolo aC fino alla media età del bronzo (XVII-XVI secolo aC).  Intorno al 395 aC, ai tempi delle lotte di Roma contro Veio, fu costruito un tunnel di scarico attraverso le pareti del cratere, che serviva da sbocco se il livello del lago avesse oltrepassato l’ingresso.  Era un lavoro di ingegneria idraulica particolarmente interessante per i tempi.

Durante e dopo l’era degli antichi romani, naumachie (battaglie navali) hanno avuto luogo sul lago, quindi il fondo del lago è pieno di interessanti scoperte.